Home Cosa fare in CostieraItinerari e percorsi in cittàCostiera Amalfitana Positano, la città verticale dai mille colori

Positano, la città verticale dai mille colori

by Eva | My Lemon Land
Positano
Condividilo!

Alloggio

Prenota il tuo Hotel >

Prenota il tuo B&B >

Prenota il tuo Appartamento >

Transporto

Affitta la tua macchina >

Prenota il tuo biglietto del traghetto >

Prenota il tuo volo >

Prenota il tuo bus >

Tour e Attività

Prenota la tua Attività e Tour >

Posizionata su una scogliera verticale, Positano è un incantevole borgo marinaro della Costiera Amalfitana. Un incredibile piramide caratterizzata da case e hotel sospesi tra cielo e mare che scendono a terrazze verso acque turchesi.
Le case in stile moresco con i suoi giardini verdeggianti e le piante di buganvillea ammantano questo angolo di costa.

Passeggiando tra i vicoli della città, sentirai aria di agrumi e avrai la sensazione di essere subito in vacanza.

Da piccola baia di pescatori è diventata dagli anni ’60 uno degli approdi più amati del jet-set internazionale, uno dei posti più conosciuti del mondo, diventando una vera icona.

Positano, a misura di pedoni

Astolphe de Custine disse:

“In questo paesaggio incomprensibile, solo il mare è orizzontale, e tutto ciò che è terra ferma è quasi perpendicolare”.

Fu molto chiaro lo scrittore francese nell’esprimere la sua meraviglia per Positano, descrivendo la sua peculiare verticalità, quindi preparati a un sali e scendi, tra vicoli e scale…

Il centro cittadino completamente pedonale è un intrecciarsi di vicoletti e strade che conducono alla caratteristica Spiaggia Grande.

Infatti, Positano fa parte delle 55 città italiane che hanno acquisito lo statuto di Slow City dove non troverai fast food o insegne a neon. Slow city indica la presenza di strade percorribili a piedi e ristoranti tradizionali con  cucina locale.

Perché si chiama Positano? Le Origini del nome

Villa-Romana-Positano

Come per Sorrento, anche per la città di Positano le origini del nome provengono sia dalla storia che dalla leggenda.

Etimologia greca dal Dio Poseidone

Molti associano il nome Positano, al periodo dell’espansione greca nel Mediterraneo. Infatti, il nome richiama il dio del mare Poseidone che per i greci aveva il nome di “Posidan” e avrebbe fondato la cittadina per amore della ninfa Pasitea.

Epoca Romana ai tempi di Claudio Cesare

Alcuni teorici pensano che la città di Positano nasca con i primi insediamenti romani sulle coste della penisola durante l’età imperiale.

In questo periodo, infatti, la costa sorrentina e baiana erano mete privilegiate per la costruzione di ville e residenze estive destinate ai patrizi.

Un personaggio spicca in questa epoca, Posidés, un liberto (schiavo liberato dal suo padrone) al servizio di Claudio Cesare. Egli era un esperto architetto e costruttore di ville. 

Le sue abilità vengono descritte da Plinio il Vecchio, il quale parlando della acque termali nel golfo di Baiano, le chiama anche Posidiane, riferendosi al famoso liberto di Claudio Cesare, tanto da chiamarle con il suo nome.

Con la scoperta della Villa Romana, si teorizza quindi, che il nome della città di Positano provenga dal famoso liberto romano.

Leggenda della Madonna dell'Assunta

Chiesa-Santa-Maria-dell'Assunta-Positano

La leggenda narra che nel XII secolo d.C., una nave stava solcando il Mar Tirreno mentre trasportava un quadro della Vergine Maria, all’improvviso la nave non veleggiava più perché non c’era vento (bonaccia).
In quel momento di calma i marinai sentirono una voce che diceva: “Posa…Posa”, cioè fermatevi. Cosi’ decisero di fermarsi sulle rive di Positano.
Gli abitanti del paese presero il quadro e lo portarono nella Chiesa situata in piazza dei Mulini.

Il mattino seguente, il quadro era scomparso dalla chiesa e venne ritrovata su un cespuglio di mortella. Fu così, allora, che i positanesi iniziarono in quel punto la costruzione della nuova chiesa dedicata a Santa Maria, l’attuale Chiesa della Madonna dell’Assunta che viene festeggiata ogni anno il 15 agosto con la processione e magnifici fuochi d’artificio.

Da quel richiamo “Posa…Posa”, nasce forse, il nome Positano.

Cosa vedere a Positano

1

MAR - Museo Archeologico Romano

MAR- Villa-Romana-interno-Positano

Come ho già accennato Positano, per i romani fu un luogo privilegiato durante le vacanze estive.

A darne testimonianza è La Villa Romana tornata alla luce nel 2016 grazie agli scavi iniziati nel 2003, dando prova dell’importanza che Positano ha rivestito nel tempo e di come allora era meta preferita per il ristoro del corpo e della mente.

Secondo alcuni studiosi la villa sarebbe stata costruita in un periodo compreso tra il I A.C e il I secolo D.C.
Come raccontato, il suo proprietario originario e costruttore dovrebbe essere il liberto Posides Claudi Caesari, dal cui nome deriverebbe anche il toponimo Positano.

Questa importante scoperta ha portato alla luce una grande sala, con un mosaico pregiatissimo e affreschi a tema marino. Da visitare! 

2

Chiesa di Santa Maria dell'Assunta

Chiesa-Santa-Maira-dell'Assunta-Positano

Dopo la piacevole discesa tra negozietti e pergolati di buganvillea, si arriva in piazza con la magnifica presenza della Chiesa della Madonna dell’Assunta e il suo campanile.

L’ edificio fu costruito nel X secolo, sui resti di un’ antica abbazia benedettina. La puoi ammirare da ogni punto di Positano e dal mare, grazie alla stupenda cupola maiolicata dai colori giallo verde e blu.

Sul sagrato, a poca distanza dalla chiesa, si erge il campanile, edificato nel 1707; al di sopra della porta del campanile è murato un bassorilievo medioevale, che riproduce il pistrice, il misterioso mostro di Positano.

Madonna-dell'Assunta_Positano

La chiesa è una struttura ferma nel tempo che porta avanti i valori cattolici della città.
All’interno della chiesa c’è un’icona bizantina della Madonna, una Madonna nera con Bambino a cui è legata la leggenda che ti ho raccontato sopra.

Con 3 euro di ingresso, puoi entrare nella suggestiva Cripta Medievale situata sotto l’abside della Chiesa, ricco di reperti archeologici, con le Vestigia di Sant’Andrea, il tutto ornato da archi che poggiano su colonne e capitelli che appartenevano alla Villa Romana di Positano.

3

La Spiaggia Grande

Madonna-dell'Assunta_Positano

Dopo aver passeggiato tra vicoli e negozietti tipici positanesi attraversando a piedi tutto il paese, si arriva sulla spiaggia principale di Positano, la Spiaggia Grande.

Qui puoi prendere un aperitivo,  mangiare nei famosi ristoranti come Chez Black, Le tre Sorelle e il Rada e approfittare del mare meraviglioso.

La Spiaggia Grande di Positano è lunga circa 400 metri e larga più di 70 metri ed è formata principalmente da ciottoli e sabbia scura. Qui troverai numerosi stabilimenti balneari con lettini e ombrelloni a pagamento, molto spesso frequentato dal jet set internazionale.
Certo il costo per farsi un bagno non è economico, ma non disperare perché c’è anche una parte centrale rimasta libera.

Ma questa spiaggia non è solo mare e sabbia, ha un fascino tutto suo. Quando scendo su questa spiaggia sento sempre un velo di romanticismo, che si esprime soprattutto al tramonto quando il rosso del cielo si confonde con le prime luci delle case, fino a diventare una vera piramide illuminata che fa ricordare un presepe. Unico!

Come avrai capito qui non manca nulla. Questa spiaggia offre una grande varietà di servizi: bar, ristoranti, alberghi, possibilità di noleggiare lettini e ombrelloni, servizio di noleggio pedalò e canoe. Di certo non ti annoierai!

Da qui partono anche i traghetti per Capri, Sorrento e alcuni paesi della costiera amalfitana, cosi’ da continuare il tuo viaggio in costiera!

4

La strada verso la Spiaggia Fornillo

Dopo aver approfittato del magnifico paesaggio della spiaggia Grande, in fondo dove attraccano i traghetti c’è una piacevole stradina percorribile in 10 minuti a piedi, che arriva fino alla Spiaggia di Fornillo.

A strapiombo sul mare, incontrerai la famosa Torre Trasita e camminerai tra buganvillea e densa vegetazione.

La Spiaggia di Fornillo

Più piccola della spiaggia principale, la spiaggia di fornillo è lunga 300 metri e larga 20.
Anche’essa è formata da ciottoli, è quasi sempre pulita e con un bel mare limpido.
Ci sono stabilimenti dove propongono lettini, ombrelloni e ristorazione. Hanno uno stile un po’ retro’.

Ho sempre avuto la sensazione di tornare indietro nel tempo, negli anni 60′ quando ci si metteva il costume intero e il cappello grande.
Da qui si vede un’altra torre saracena, Torre Germano, rendendo la spiaggia un’atmosfera di altri tempi.

5

Le Torri Saracene

Torre-Saracena-Positano

Sia da mare che da terra potrai notare diverse torri di avvistamento saracene che testimoniano la fragilità e la combattività della costiera amalfitana nel difendere le proprie coste dalle incursioni pirate dei saraceni, un vero flagello del ‘500.

Solo per Positano si pensa ci fossero una dozzina di torri.

Le più importanti sono 3: la Torre della Sponda che si trova nella zona alta di Marina Grande di Positano. Ormai inutilizzata, nel 1817 divenne una abitazione privata.

Torre Trasita, invece, si trova a metà strada lungo il percorso che porta dalla Marina Grande alla Spiaggia di Fornillo e, si chiamerebbe cosi’ proprio per la zona in cui è sorta. Anche Torre Trasita nel 1950 è stata restaurata diventando adesso un esclusivo hotel.

Dalla spiaggia di Fornillo c’è la più recente delle torri, la Torre di Fornillo o Germano realizzata nel ‘500. 

Infine, i resti di un’ ultima torre di epoca angioina si trovano sugli isolotti de Li Galli, con una particolarità: fino agli anni ’20 c’è stato un castellano che la custodiva.

Devo ammettere che mi dispiace non poterle visitare, non c’è purtroppo neanche una sola torre che offra un tour all’interno che abbia conservato la sua autenticità. La maggior parte delle torri della costiera col tempo sono diventate dimore, hotel, ristoranti.

Ma non scoraggiarti, ce ne sono altre da esplorare 😉 .

6

Visita le frazioni di Montepertuso e Nocelle

Montepertuso-città-Positano

A 350 metri dal mare sulla città di Positano, lontano dalla folla di turisti, ti consiglio di visitare queste due piccole contrade di Positano: Montepertuso e Nocelle.

Il villagio di Montepertuso

Ogni volta che passo all’incrocio per scendere a Positano, alzo gli occhi al cielo per vedere il “buco” naturale di Montepertuso. Magnifico!

La leggenda di Montepertuso

Buco-di-Montepertuso

Si’, perché c’è una sorta di aura che aleggia in questa cittadina. Forse per la sua famosa leggenda (si’, un’altra 😀 ), dove si ritiene che Montepertuso fu la sede dell’eterna lotta tra Bene e Male, personificata rispettivamente dalla Vergine Maria e dal Diavolo.

Una notte il Bene conquistò il Male lasciando dei segni indelebili come la coda di Lucifero, le orme del piede della Madonna e il famoso buco che indica il dito indice della Vergine Maria.

Dormire a Montepertuso

Quando penso a questo villaggio, una sensazione di serenità mi pervade. Qui il tempo sembra essersi fermato.

Il villaggio è piccolo e affascinante, offre splendidi panorami, insieme ad alcuni buoni ristoranti, con terrazze panoramiche, perfetti al tramonto!. 

Uno di questi è la Fattoria La Tagliata, un ristorante/B&B dove si mangia genuino con prodotti a km 0, tutto coltivato da loro sulle famose terrazze amalfitane. Le camere del B&B sono una finestra sulla divina costiera.

In più, è situata in una zona ideale per il ciclismo, e La Tagliata fornisce il servizio di noleggio auto e biciclette.

Nocelle

Montepertuso-Positano

Nocelle (il nome significa “nuova dimora”) è il paese più alto e il più antico di Positano. Come per Montepertuso, qui si respira aria di altri tempi. Calma, serenità e pace sono sensazioni che proverai in questo villaggio con i suoi pittoreschi vicoli e scale.  

Qui potrai ancora incontrare qualche gregge di capre, e simpatici personaggi a dorso di un mulo utilizzati per il trasporto delle merci.

Nocelle è anche il punto di arrivo del magnifico percorso di trekking del Sentiero degli Dei, che parte da Bomerano ed arriva a Nocelle, appunto. Alla fine del sentiero, nella piazzetta puoi gustare una granita con i famosi limoni della Costa d’Amalfi.

Dormire a Nocelle

A 450 metri sul livello del mare, Nocelle domina Positano, con Isola Li Galli, Capri e Punta Campanella sullo sfondo. Un panorama unico!

Una struttura dove offre un piacevole e intimo soggiorno è il Nido d’amore, appartamenti in stile rustico, ideale per un soggiorno intimo e tranquillo. 

Simile è anche Villa Antica Macina, qui ti svegli su un panorama mozzafiato facendo colazione su un intima terrazza.

Dove Domire a Positano

Positano-di-sera

Tra le mille case colorate che scendono a cascata nel mare, a Positano ci sono più di 400 alloggi tra hotel, appartamenti, B&B.

Il prezzo medio a notte è di 150€ in media-alta stagione

Essendo presa d’assalto nel periodo estivo, ti consiglio caldamente di prenotare in anticipo se vuoi soggiornare a Positano centro e goderti uno dei panorami più belli e emozionanti di tutta la costiera.

Più l’alloggio è vicino al mare e più il prezzo sale. Se il famoso Palazzo Murat (antica dimora di Johaquin Murat), il Sirenuse o il San Pietro non sono alla tua portata, niente panico, ci sono delle soluzioni vantaggiose, come:

L’ Hotel Villa Delle Palme, un albergo a conduzione familiare situato sulla strada principale di Positano, vicinoalla fermata del bus e ai siti principali raggiungibili percorrendo i vicoli e le pittoresche scalinate tradizionali della Costiera Amalfitana.

Hotel Savoia è un albergo a gestione familiare da ben 3 generazioni, vanta una posizione fantastica a Positano, nei pressi della celebre Piazza dei Mulini e a 200 metri dalla spiaggia. Grazie alla sua posizione ti potrai concedere una passeggiata sul lungomare e raggiungere la spiaggia in meno di 5 minuti.

Per chi ama un alloggio meno informale, Casa Moresca è l’ideale. Situata nella zona più gettonata di Positano, raggiungerai la spiaggia di Fornillo, il Museo Archeologico Romano MAR e il porto di Positano in pochissimo tempo.

Positano Glamour

Stradine-di-Positano

Non c’è posto più glamour e chic di Positano. Insieme a Capri e Sorrento, Positano è ormai una città frequentata da attori, calciatori, cantanti internazionali ( ricordo ancora che per un pelo persi l’incontro della mia vita: con la regina del pop, Jennifer Lopez!).

La moda di Positano

Vedrai influencer in posa sulla Spiaggia Grande e modelle con i costumi più glamour.

Non so se lo sai, ma già negli anni ’60 Positano era famosa per la moda. Infatti sulla Spiaggia Grande c’era la famosa sfilata di Moda Mare Positano. Uno stile unico, fresco fatto di colori e bianco candido creato sia da stoffe San Gallo che dal lino.

Negli ultimi anni chi viene in Costiera, non parte senza un capo dell’Antica Sartoria o uno dei caratteristici negozietti di vestiti, da sfoggiare nei bar e discoteche della costa d’Amalfi.

Famosi sono anche i sandali artigianali creati rigorosamente a mano da maestri artigiani e sono un vero accessorio gioiello. Una vera tradizione positanese.

Bar e discoteche

Positano è celebre anche per la vita mondana. Ti consiglio un aperitivo all’incantevole Franco’s Bar con la vista più bella della costa o la domenica alla Scogliera.

Mentre se vuoi fare l’alba a ritmo di musica disco, non puoi non andare al famoso Music on the Rock sulla spiaggia grande o all’Africana a Praiano, un must della costiera.

Franco's-Bar-Positano

Cosa mangiare

Ricordo la mia prima ‘cliente’, fu una ragazza francese che mi chiese un itinerario su misura, appassionata di trekking. Quando torno’ dalla vacanza amalfitana, mi disse: “Eva, non ho mai mangiato cosi’ bene in Italia come in Costiera!”. E detto da una francese, significa che è sicuramente vero!

Positano, come tutti i paesi della costiera amalfitana, sono famosi per i piatti a base di pesce: Cuoppo fritto, Sciallatielli allo scoglio, Totani alla praianese, Insalata di mare con salsa di limone, polpo e patate…

I piatti tipici propri di Positano sono: il kepurp’ ossia il kebab di polpo, la bolognese di polpo, i Vermicelli di Positano e le famose Zeppole.

Da non perdere: la Festa del Pesce di Positano

Ogni anno all'ultimo sabato di settembre sulla spiaggia di Fornillo si svolge una delle sagre più attese in Costiera Amalfitana: la Sagra del Pesce. Tubetti e totani, frittura di paranza, pennette alici e noci, fantasia di mare allo scoglio e il ‘kepurp’, sono le principali pietanze da gustare a riva al mare, il tutto con musica dal vivo e spettacoli popolari. Unico!

Dove mangiare

Ho delle piccole chicche da consigliarti su dove mangiare piatti di qualità:

  • Casa e Bottega. Un vero ritrovo per chi cerca tranquillità e una cucina prelibata. Piatti curati in ogni dettaglio, con ingredienti freschi e ricercati. Ottime le centrifughe e frullati. Ricordo ancora un delizioso smoothie vegan all’avocado e zenzero.

Risotrante-Da-Adolfo-Positano_Spiaggia-Laurito

  • Da Adolfo. Questo ristorante è per chi ama mangiare al mare. Infatti, Da Adolfo è un ristorantino posizionato su una spiaggetta e ci si arriva partendo dalla Spiaggia Grande. Il ristorante mette a disposizione una barca (gratuita) con un pesciolino rosso. Il tragitto dura 10 minuti e parte ogni mezz’ora dalle 12h. Alle 15h30 si ritorna con la stessa barca o puoi decidere di pagare un water taxi (5€ a persona) e rimanere li’ a goderti il sole.
  • Next2. Se cerchi il romanticismo, uno dei ristoranti con atmosfera è il Next2. Un connubio tra romanticismo e raffinatezza, espresso dal suo patio e dal menu’ ricercato.

Infine, se vuoi fare una vera colazione o aperitivo positanese, il Bar la Zagara è un must. Qui puoi bere e gustare i suoi dolci sotto graziosi limoneti. Una delle sue specialità è l’omonima Torta Zagara a base di cioccolato e mandarini sciroppati.

La Zagara_Positano

Da non perdere: il succo di frutta da Salvatore

Da-Salvatore-_Positano

Andando verso Amalfi, prima dell’ Hotel San Pietro, c’è una magnifica piazzola, con una vista mozzafiato. Qui troverai Salvatore, un fruttivendolo che vende succhi di frutta fresca. Lui è molto friendly, ti da’ la possibilità di fare delle foto accanto ai magnifici colori degli agrumi.

Come muoversi e arrivare a Positano

In Traghetto

Da Aprile ad Ottobre, Positano è collegata benissimo con i paesi della costiera e l’Isola di Capri. Questa è una scelta che consiglio sempre, sia per evitare il traffico della penisola sia per evitare la folla estiva. Inoltre, ti godi la costa dal mare.

Come sempre, hai la possibilità di prenotare i biglietti del traghetto direttamente sul mio sito. 🙂

In Bus

I bus sono una valida alternativa per spostarsi in costiera.

Per arrivare a Positano, se vieni da Sorrento, alla stazione della Circumvesuviana, prendi l’autobus Sita, in circa 45 minuti raggiungerai Positano.

Se vieni da Amalfi c’è un bus che parte dalla piazza principale fino a Positano.

In Auto

L’auto è il mezzo meno indicato per spostarsi in costiera, soprattutto in alta stagione e nei giorni di festa. Parcheggiare qui non è un’esperienza piacevole e i costi nei parcheggi sono abbastanza elevati, circa 25/30€ al giorno. Mentre sulle strisce blu il costo è di 3€ l’ora.

Il vantaggio è che ti godrai a pieno la magnifica strada SS163 famosa per il suo panorama unico, interamente a strapiombo sul mare. Non a caso molte pubblicità di auto sono state girate proprio qui.

LEGGI ANCHE: Come muoversi

Transfer Privato: la soluzione più comoda

Tra cambi di mezzi e coincidenze arrivare in Costiera Amalfitana può essere lungo e complicato. 

Ti consiglio di prenotare un transfer privato dall’aeroporto all’hotel, soprattutto se si arriva dopo un lungo volo e con bagagli al seguito.
Se poi si viaggia in 4 o più, la spesa è di poco superiore rispetto a muoversi con i mezzi pubblici, ma con il vantaggio di cominciare il viaggio in tutta comodità!

Per info scrivimi un email e ti prenoto il tuo transfer!

Conclusione

Ti lascio con una frase di John Steinbeck che racchiude l’essenza di Positano:

Positano è un posto che non vi sembra vero finché non ci siete, ma di cui sentite con nostalgia tutta la profonda realtà quando l’avete lasciato”

Organizza il tuo viaggio

Alloggio

Prenota il tuo Hotel >

Prenota il tuo B&B >

Prenota il tuo Appartamento >

Transporto

Affitta la tua macchina >

Prenota il tuo biglietto del traghetto >

Prenota il tuo volo >

Prenota il tuo bus >

Tour e Attività

Prenota la tua Attività e Tour >

Ti creo il tuo itinerario di viaggio!

Se non vuoi perderti niente del tuo soggiorno in Costiera Amalfitana e Sorrentina, mettiti in contatto con me per aver il tuo itinerario su misura!


Condividilo!
0 commento
0

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie. Accetta Read More

Translate »
error: Content is protected !!