Home Cosa fare in CostieraItinerari e percorsi in cittàCostiera Sorrentina Cosa vedere a Sorrento: 10 luoghi da non perdere

Cosa vedere a Sorrento: 10 luoghi da non perdere

by Eva | My Lemon Land
Cosa vedere a Sorrento
Condividilo!

C’è un luogo dove storia e leggenda s’incrociano, regalando incantevoli racconti dai colori blu del mare, giallo dei limoni e rosso del sole al tramonto: Sorrento. cosa vedere a sorrento
Di seguito troverai i 10 principali luoghi da non perdere, quello che non deve mancare nel tuo itinerario se ti trovi in vacanza per un weekend o per qualche giorno.

Sorrento, la Terra delle Sirene

La sirena Partenope_Napoli
La sirena Partenope

Sorrento è una città posta su una roccia tufacea a strapiombo sul mare. Una vera terrazza che guarda il Vesuvio e il litorale partenopeo, le isole di Procida, Ischia e Capri.
Il clima mite, gli incantevoli panorami e il mare protagonista assoluto di questo luogo, hanno reso Sorrento, durante i secoli, la meta ideale per le proprie vacanze.

Dickens, Goethe, Wagner, Ibsen, Nietzsche, solo per citarne alcuni, rimasero incantanti dalle bellezze della costa durante il loro Grand Tour, trovando ispirazione per le loro opere.

Conosco tante leggende, miti e storie legate alla costiera, che mi sono state raccontate da piccolina, la più celebre è quella delle tre sirene descritte nell’Odissea di Omero.

Tutta la Penisola Sorrentina viene chiamata la Terra delle Sirene perché si suppone che le tre sirene vivessero tra queste acque e Sorrento ne viene definita il capoluogo.

La storia narra che le tre sorelle Leucosia, Ligea e Partenope, figlie della musa Calliope, tentarono invano di sedurre Ulisse durante il suo viaggio verso Itaca, mentre era legato ad un palo per resistere al loro canto ipnotico.

Se state cercando un alloggio a Sorrento, vi consiglio di scegliere tra quelli offerti da Booking.com. Ci sono hotel, b&b e appartamenti con prezzi, foto e i commenti di chi ha soggiornato prima di voi. Vai su Booking.com.

Booking.com

Ma cosa vedere a Sorrento? Ecco 10 luoghi da vedere assolutamente (mappa alla fine dell’articolo).

Cosa vedere a Sorrento

Piazza Tasso e Corso Italia

Inizia la giornata dalla piazza principale

Piazza Tasso_Sorrento

Piazza Tasso è la piazza più frequentata della città, il punto di partenza per esplorare i vari vicoletti che si diramano lungo il centro, il Corso Italia (la parte pedonale) è la strada dello shopping caratterizzato da boutique di moda, gelaterie, negozi e locali.

Ah! Quanti gelati ho mangiato e quanti drink ho bevuto in questa piazza :D..

Due delle figure più importanti della città sono presenti nella piazza: la statua del santo patrono di Sorrento, Sant’Antonino Abate e la statua del famoso poeta Torquato Tasso, nato proprio a Sorrento e da cui la piazza ne prende il nome.

La sua conformazione attuale è stata assunta solo negli ultimi due secoli. All’inizio dell’800 infatti, era caratterizzata dalla presenza di un castello, da cui prendeva il nome Piazza Castello, successivamente distrutta dalle truppe napoleoniche. 

Statua Torquato Tasso
Torquato Tasso
Sant'Antonino
Corso Italia_Sorrento
Corso Italia

La piazza è perfetta per una sosta in uno dei bar presenti, dove prendere un caffè o un aperitivo diventa quasi un obbligo per chi è in vacanza a Sorrento. Il suo fascino, tuttavia, aumenta la sera. La piazza si anima di gente e il Corso Italia diventa il centro delle lunghe passeggiate e della vita notturna; ci sono bar, ristoranti, pub e tanti posti dove poter bere qualcosa e trascorrere la serata in compagnia.

Trenino Sorrento

Dalla piazza, inoltre, è possibile raggiungere il porto grazie alle scale presenti lungo il vallone, e anche partire per un bel giro con il trenino bianco attraversando le vie principali della città.

Indirizzo: Piazza Tasso

La Cattedrale e il suo Campanile

Perditi tra le opere e i marmi di questi monumenti

Cattedrale-Sorrento-facciata

Camminando lungo il corso pedonale incontrerete la Cattedrale di Sorrento, chiamata Chiesa dei santi Filippo e Giacomo, costruita tra il XIV e il XV secolo. All’interno della chiesa si possono ammirare le tele di Nicola ed Oronzo Malinconico (1685), Giacomo del Po’. Agli ingressi, lungo le navate e sull’altare spiccano le magnifiche rappresentazioni religiose realizzate con l’antica tecnica della tarsia

Campanile_Sorrento
Il Campanile

Il campanile, invece, è completamente staccato dalla cattedrale, la cui origine risale al periodo dei romani. Si ritiene facesse parte di un’ antica cattedrale paleocristiana dedicata ai santi Renato e Valerio, successivamente distrutta per motivi sconosciuti. Nel 1113 il campanile fu consacrata ai santi Filippo e Giacomo durante l’epoca in cui Sorrento fu un ducato autonomo.

Il varco al di sotto del campanile, caratterizzato da colonne di epoca romana, porta a Via della Pietà, una strada antica dove ancora adesso si possono ammirare due importanti palazzi storici: palazzo Veniero, dalle linee tardo bizantine un po’ arabe, e il trecentesco palazzo Correale, stile spagnolo-catalano.

Indirizzo: Via Santa Maria della Pietà, 46/Corso Italia

Via San Cesareo

Passeggia in questa caratteristica strada e sfrenati con lo shopping

Sorrento_Via San Cesareo

Se volete respirare lo spirito sorrentino e comprare dei souvenir della vostra vacanza sorrentina non c’è posto migliore di via San Cesareo. Questa antica via racchiude tutta l’anima di Sorrento.

Prima della costruzione di Corso Italia, via San Cesareo, insieme a via Fuoro, era la strada principale della città. Motivo per cui molte famiglie aristocratiche scelsero di vivere qui.

Ora è un alternarsi di negozi e botteghe, che propongono articoli d’artigianato come ceramiche, sandali, prodotti locali come il limoncello e il nocillo, dolciumi e prelibatezze gastronomiche. Ma tra tutti i souvenir, quello che vi consiglio di comprare è un oggetto in legno realizzato con l’antica tecnica dell’intarsio, creato dai (ahimè ultimi) maestri artigiani sorrentini che nelle loro tipiche botteghe danno vita a dei veri e propri gioielli.

Sedil Dominova

Un luogo dove il tempo si é fermato

Sedile-Dominova_Sorrento

Proseguendo per via San Cesareo, alla vostra destra troverete il Sedil Dominova, l’unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, luoghi dove nel Medioevo i nobili aristocratici si riunivano per discutere e decidere le sorti della città.

Il Sedile Dominova risale infatti al XIV secolo ed è caratterizzato da una pianta quadrata sormontata da una loggia aperta ad arcate. Sulle pareti e all’interno della volta spiccano i magnifici affreschi, sui quali si evidenzia lo stemma di Sorrento sorretto da un gruppo di angeli.

Una scritta è posta all’interno del Sedil, “Società Operaia di Mutuo Soccorso” per ricordare ai sorrentini e ai visitatori della città che dal 1877 l’edificio, dopo essere stato frequentato dalla nobiltà cittadina, ospita un’associazione fondata per garantire ai lavoratori le prime forme di mutualismo.

Durante il periodo natalizio non perdetevi il bellissimo presepe che viene realizzato con pastori dipinti a mano.

Indirizzo: Via San Cesareo

Villa Comunale

La terrazza con la vista più bella del mondo

Villa-Comunale_Sorrento

Uno dei luoghi della città dove potete ammirare l’incantevole panorama della costiera sorrentina è sicuramente la villa comunale. Sorto sugli orti dei frati francescani, la villa è il luogo ideale per rilassarsi sotto gli alberi secolari e godersi una vista da togliere il fiato. Posto a picco sul mare, si ammira l’intero Golfo di Napoli, con la presenza costante del Vesuvio.

Dalla villa c’è la possibilità di scendere, sia a piedi che in ascensore, fin giù la Marina di San Francesco e al porto di Sorrento.

Indirizzo: Via San Francesco

Il Chiostro di San Francesco

Un luogo dove il tempo si é fermato

Chiostro-di-San-Francesco_Sorrento

Tra le cose da vedere a Sorrento, vi consiglio una visita al Chiostro di San Francesco aperto gratuitamente al pubblico. Di epoca trecentesca, considero il chiostro un vero gioiello e molto caro ai sorrentini. Ha una forma quadrangolare contornata da colonne e archi in tufo. 

Grazie alla sua atmosfera magica è usato come cornice per celebrare matrimoni civili ed anche per mostre fotografiche, pittoriche e concerti musicali.

Indirizzo: Via San Francesco (accanto la villa comunale)

Il Borgo Marinaro di Marina Grande

Un incantevole borgo dal sapore autentico

Borgo Marina-Grande_Sorrento

Scendendo verso piazza Vittoria e passando accanto agli antichi Hotel Tramontano e Hotel Bellevue Syrene, si arriva ad una delle porte più antiche della città, Porta Marina Grande, che dona l’accesso al borgo Marina Grande.

E’ uno dei borghi più caratteristici della costiera sorrentina, qui si respira ancora l’aria degli anni ’50 tra gozzi sorrentini, pescherecci e ristoranti di pesce. Dopo le foto di rito con il magnifico sfondo del Vesuvio, gustatevi un aperitivo al sole e un buon piatto di pesce fresco!

Questo borgo è famoso anche per essere stato il set cinematografico del celebre film ‘Pane, amore e… con Sofia Loren e Vittorio de Sica.

Indirizzo: Marina Grande

Antiche Mura

Le uniche mura della città ancora rimaste

Bastione di Parsano_esterno_Sorrento

Sorrento era protetta da un imponente cerchia muraria fin dall’epoca romana. La cinta muraria comprendeva cinque porte di accesso alla città e una serie di torri d’avvistamento utili contro i pirati che spesso attaccavano e saccheggiavano la città risalendo dalla costa.

A causa dei numerosi attacchi dei saraceni e turchi prima, delle truppe napoleoniche poi, delle mura ne è rimasto solo una piccola parte.

La porta meglio conservata è quella di Parsano, la cui costruzione risale però all’epoca Borbonica, al XVIII secolo, che si trova lungo il lato meridionale della cinta muraria, dove fu aperta per favorire i traffici con la zona collinare.

Il recente restauro ha permesso di valorizzare il Bastione di Parsano con l’annessa rampa vicereale e i resti della porta. Vi consiglio vivamente di visitarla, camminare sulle antiche mura e respirare la vera storia di Sorrento.

ORARI APERTURA BASTIONE DI PARSANO

  • dal 1 Aprile al 31 Maggio
    dalle 10h00 alle 13h00
  • Dal 1 giugno al 31 agosto
    dalle 10h alle 13h e dalle 19h00 alle 22h00
  • Settembre
    dalle 10h alle 13h e dalle 19h00 alle 20h00
  • Ottobre
    dalle 10h00 alle 13h00
  • INGRESSO GRATUITO

Indirizzo: Via Sersale

Il Giardino L' Agruminato'

Un oasi tranquilla nel centro città

Agruminato-entrata_Sorrento
L'Agruminato-entrata

Se volete inebriarvi con odori e i profumi di Sorrento, vicino Piazza Angelina Lauro, c’è il giardino “L’ Agruminato” dove potete passeggiare lungo un viale circondato dagli alberi di limoni e arance, sotto i tradizionali pergolati di castagno. Il giardino di agrumi appartiene al comune di Sorrento e gestito da I Giardini di Cataldo.

Un posto tranquillo lontano dal trambusto della strada.

ORARI APERTURA L'AGRUMINATO

  • Dal 1 Novembre al 28 Febbraio
    dalle 10 alle 17
  • Dal 1 al 31 Marzo e dal 1 al 31 Ottobre
    dalle 10 alle 18
  • Dal 1 Aprile al 30 Settembre
    dalle 10 alle 21
  • INGRESSO GRATUITO

Indirizzo: Corso Italia 272 (dopo Piazza Angelina Lauro)

I Bagni Regina Giovanna

Scopri questo angolo di costa avvolta nel mistero

Spiaggia-Bagni-della-Regina-Giovanna

Tra i 10 luoghi da vedere a Sorrento, non potevo non citare i Bagni della Regina Giovanna. Anche se distante dal centro, ma facilmente raggiungibile con i mezzi, è un luogo da visitare assolutamente.

Situato al capo di Sorrento, i Bagni della Regina Giovanna è un angolo di costa fatta di scogli tra le rovine di una villa romana, con la possibilità di farsi un incantevole bagno in una piscina naturale.

Su questo particolare luogo ho dedicato un ampio articolo pieno di immagini e video (non perdetevelo).

Bagni della Regina Giovanna_Consigli- Sorrento Coast

Indirizzo: Traversa Punta Capo

Mappa delle 10 cose da vedere a Sorrento

Ecco la mappa di google con le 10 cose da vedere a Sorrento

Consigli per la vostra visita in città

  • Se arrivi a Sorrento con la tua macchina, il mio consiglio è quello di parcheggiarla per tutto il soggiorno. C’è tanto da visitare!
  • Gli scooter sono padroni delle strade di tutta la costiera, per questo motivo ti consiglio di utilizzare sempre le strisce pedonali per attraversare la strada.
  • Goditi il tramonto sul mare, seduto sulla spiaggia o davanti un cocktail.
  • Non perderti lo spettacolo della Tarantella Sorrentina, il tradizionale ballo popolare della città.
  • Gusta i deliziosi piatti della tradizione, iniziando dagli antipasti di pesce, per passare poi agli gnocchi alla sorrentina, gli sciallatielli allo scoglio, per finire con la delizia al limone e il famoso limoncello fatto con i limoni IGP di Sorrento.

Conclusioni

Ormai Sorrento è conosciuta in tutto il mondo, per la sua unicità e accoglienza.  In questo articolo ho cercato di elencare i principali luoghi della città, ma le cose da vedere a Sorrento sono molte di più e non bastano pochi giorni per cogliere i magnifici dettagli che artisti, poeti, chef, architetti e la stessa natura hanno contribuito a rendere questo luogo un incanto.

Ci sono nata e ci ho vissuto per quasi 30 anni e posso dire questa terra ti entra nell’anima, qui si respira aria di altri tempi, dove lasciarsi coinvolgere dall’atmosfera magica che solo questa città sa regalare.

Tagga le tue foto con #mylemonland

Tagga le tue foto con #mylemonland e @mylemonland, le ripostero' sul mio profilo Instagram!


Condividilo!
0 commento
0

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie. Accetta Read More

Translate »
error: Content is protected !!