Home Cosa fare in CostieraItinerari e percorsi in città Sorrento, Terra delle Sirene

Sorrento, Terra delle Sirene

by Eva | My Lemon Land
Sorrento_Marina Grande
Condividilo!

Hotel

Prenota il tuo hotel >

Prenota il tuo B&B >

Prenota il tuo appartamento >

Transporto

Affitta la tua macchina >

Prenota il tuo biglietto del traghetto >

Prenota il tuo volo >

Prenota il tuo bus >

Tour e Attività

Prenota la tua attività e tour >

Sorrento è una città posta su una roccia tufacea a strapiombo sul mare, sul Golfo di napoli. Una vera terrazza che guarda il Vesuvio e il litorale partenopeo, le isole di Procida, Ischia e Capri.

Il clima mite, gli incantevoli panorami e il mare protagonista assoluto di questo luogo, hanno reso Sorrento, durante i secoli, la meta ideale per le proprie vacanze.

Scritta-a-Sorrento_Enrico-Ibsen

Quando passeggerai tra le stradine della città, potrai notare molte scritte di poeti, scrittori, musicisti che testimoniano i loro lunghi soggiorni a Sorrento.

Dickens, Goethe, Wagner, Ibsen, Nietzsche, solo per citarne alcuni, rimasero incantanti dalle bellezze della costa durante il loro Grand Tour, trovando ispirazione per le loro opere.

Tieni presente quando sei in una nuova città ed hai quella sensazione di serenità? Ecco, Sorrento è una di quelle città dove si ha sempre voglia di ritornarci, chi viene a Sorrento si sente come a casa.
Perché Sorrento è come una compagna dove rifugiarsi e provare emozioni nuove. Una compagna dal canto soave, che prende la forma di una sirena.

La leggenda delle Sirene

La Costiera viene chiamata la Terra delle Sirene perché si suppone che le tre sirene vivessero tra queste acque e Sorrento ne viene definita il capoluogo. Uno scenario descritto dalla famosa Odissea di Omero che già a quel tempo decantava le bellezze della costiera. 

Ed è proprio qui, precisamente tra la Punta Campanella e l’lsola dei Galli, che le tre sorelle Leucosia, Ligea e Partenope, figlie della musa Calliope, tentarono invano di sedurre Ulisse durante il suo viaggio verso Itaca, mentre era legato ad un palo per resistere al loro canto ipnotico.

Sorrento, le origini del nome

La Leggenda delle Sirene_Sorrento

La versione ufficiale dell’origine del nome deriva dal latino Surrentum, un derivato della forma greca Συρρεντόν, Syrrentón, “confluisco”, in riferimento dalle acque che scendono dalle strette valli, quindi “confluenza delle acque”.

Ma noi sorrentini siamo poetici, ci piace pensare che il nome proviene dalla leggenda di Sirentum, una fanciulla nata dall’unione di Mirone e Leucosia, due contadini che abitavano nella zona collinare.

Sirentum doveva la sua nascita ad un voto che i suoi genitori avevano fatto nel tempio delle Sirene situato a Massa Lubrense.

I suoi capelli biondi come l’oro, il suo carattere dolce, la sua voglia di vivere, la spensieratezza dei giochi ne facevano una creatura unica. 

Pare che sulla spiaggia di Marina Grande un giorno ebbe anche un incontro con la sirena Partenope che lodò la sua bellezza e le pronosticò un futuro da regina. Fatale fu l’incontro che Sirentum ebbe con un principe della famiglia Durazzo… in breve tempo si sposarono. Un brutto giorno del 1558 sbarcarono i saraceni che oltre a razziare le ricchezze della popolazione, fecero anche dei prigionieri, tra questi ci fu la bella Sirentum.

Solo dopo alcuni anni Sirentum poté tornare al suo paese grazie agli abitanti, anche i più poveri, che donarono spontaneamente ciò che possedevano pur di riavere tra loro Sirentum.

Tornata in città, il suo nome fu di ispirazione per battezzare la loro cittadina: Sorrento.

Cosa vedere a Sorrento

Si può venire a Sorrento per un giorno o per un’intera settimana, c’è sempre qualcosa da vedere. Molti considerano la città come base per i vari spostamenti sulla costa e non se la godono fino in fondo. Non sanno cosa si perdono!

Ho elencato 10 principali luoghi da vedere nella città, ben dettagliati nell‘articolo dedicato e nella guida gratuita di Sorrento in formato pdf. Ma qui di seguito troverai una piccola sintesi:

1

Piazza Tasso e Corso Italia

Piazza Tasso_Cosa vedere a orrento

Da Piazza Tasso puoi incominciare la tua visita della città. Due delle figure più importanti della città sono presenti nella piazza: la statua del santo patrono di Sorrento, Sant’Antonino Abate e la statua del famoso poeta Torquato Tasso, nato proprio a Sorrento e da cui la piazza ne prende il nome.

2

La Cattedrale e il suo Campanile

Cattedrale-Sorrento-facciata

La Cattedrale di Sorrento, chiamata Chiesa dei santi Filippo e Giacomo, è un insieme di stili, barocco e neogotico. Essa conserva il fonte battesimale dove fu battezzato Torquato Tasso e magnifiche rappresentazioni religiose realizzate con l’antica tecnica della tarsia

Il Campanile, invece, è completamente staccato dalla cattedrale, la cui origine risale al periodo dei romani.

3

Via San Cesareo

Sorrento_Via San Cesareo

Se volete respirare lo spirito sorrentino e comprare dei souvenir della vostra vacanza sorrentina non c’è posto migliore di via San Cesareo.

Questa antica via racchiude tutta l’anima di Sorrento.

4

Sedil Dominova

Sedile-Dominova_Sorrento

Proseguendo per via San Cesareo, alla vostra destra troverete il Sedil Dominova, l’unica testimonianza rimasta in Campania degli antichi sedili nobiliari, luoghi dove nel Medioevo i nobili aristocratici si riunivano per discutere e decidere le sorti della città.

5

Villa Comunale

Villa-Comunale_Sorrento

Uno dei luoghi della città dove potete ammirare l’incantevole panorama della costiera sorrentina è sicuramente la villa comunale.

Posto a picco sul mare, si ammira l’intero Golfo di Napoli, con la presenza costante del Vesuvio.

6

Chiostro di San Francesco

Chiostro-di-San-Francesco_Sorrento

Capitelli, colonne, archi…il chiostro di San Francesco è un vero gioiello trecentesco, molto caro ai sorrentini.

Grazie alla sua atmosfera magica è usato come cornice per celebrare matrimoni civili ed anche per mostre fotografiche, pittoriche e concerti musicali.

Borgo Marina Grande

Borgo Marina-Grande_Sorrento

E’ uno dei borghi più caratteristici della costiera sorrentina, qui si respira ancora l’aria degli anni ’50 tra gozzi sorrentini, pescherecci e ristoranti di pesce.

Dopo le foto di rito con il magnifico sfondo del Vesuvio, gustatevi un aperitivo al sole e un buon piatto di pesce fresco!

8

Antiche Mura

Bastione di Parsano_ Cosa vedere a Sorrento

Nata sulle ceneri di antiche cinte risalenti all’epoca romana, le Antiche Mura sorgono presso la Porta di Parsano aperta nel 1745 per favorire i traffici con la zona collinare. 

Da qui è possibile visitare il Bastione di Parsano con l’annessa rampa vicereale e i resti della porta.

9

Il Giardino 'L' Agruminato'

Giardino L'Agruminato_Sorrento

In pieno centro di Sorrento, c’è il giardino “L’ Agruminato“, un luogo dove puoi passeggiare lungo un viale circondato dagli alberi di limoni e arance, sotto i tradizionali pergolati di castagno.

10

I Bagni Regina Giovanna

Spiaggia-Bagni-della-Regina-Giovanna_Sorrento

Dal Capo di Sorrento si snoda una stradina immersa tra olivi e alberi di limoni fino a giungere ad un’area archeologica, dove si può ammirare i resti un’antica villa romana.

Qui ci si può tuffare in una magnifica conca naturale, chiamata i Bagni della Regina Giovanna.

Dove dormire a Sorrento

Sorrento normalmente viene considerata un punto d’appoggio, essendo molto ben collegata sia via mare che via terra. E’ una zona strategica della penisola sorrentina, dove soggiornare per poi visitare le città limitrofe e i vari siti archeologici come Pompei ed Ercolano, le isole di Capri e Ischia.

LEGGI ANCHE Come muoversi in Costiera

Ci sono diverse aree e numerosi alloggi per ogni tipo di tasca. In effetti a Sorrento c’è solo l’imbarazzo della scelta. La definisco la capitale dell’accoglienza, qui non rimarrai deluso!

Per darti un’idea di prezzo, gli hotel a 3 stelle partono da un prezzo medio base di 130€ a notte.

Gli alberghi storici, in pieno centro, quelli dove si vive un vero e proprio sogno, sono principalmente 3: Grand Hotel Excelsior Vittoria, Bellevue Syrene, Imperial Hotel Tramontano

Me se non avete migliaia di euro, ma volete comunque rimanere in pieno centro e avere il confort di un albergo, l’ Hotel Continental e l’ Hotel Calton sono un buon compromesso dove avrete tutto: panorama, piscina, ottima colazione e confortevoli camere.

Se invece preferite una zona più tranquilla, a pochi km dal centro di Sorrento, una buona soluzione sono Hotel del Mare e Hotel Rivage.

Gli alberghi nelle zone collinari di Sorrento, rendono il tuo soggiorno più tranquillo, nel pieno relax e quasi tutti offrono la navetta per arrivare in centro. In questo caso ti consiglio il Johanna Park Hotel.

Appartamenti e B&B

Negli ultimi anni la domanda è cresciuta molto, e cosi’, sia per una questione di praticità che di informalità, sono aumentati anche gli appartamenti e B&BUn bell’esempio è Villa Elisa Holiday Home, in pieno centro a due passi da Piazza Tasso.

Oppure se ti piace più l’appartamento Sorrento Flats e Sorrento Apartments offrono appartamenti moderni in centro storico.

Come vedi c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Quindi se vuoi, potrai selezionare tu stesso i criteri che più riflettono le tue esigenze:

Non hai tempo per organizzare il tuo viaggio in Costiera?

Vorresti una mano nel tuo planning? 

Ti aiuto ad organizzarlo!

Cosa mangiare a Sorrento

La gastronomia sorrentina trova la sua essenza nella combinazione tra mare e terra, le sue eccellenze provengono dai prodotti coltivati in queste terre piena di sali minerali come il pomodoro, l’ulivo, le verdure e i prodotti caseari che danno origine a prelibatezze uniche, come il Provolone del Monaco e il Fior di Latte.

Naturalmente i piatti della tradizione napoletana sono presenti anche qui, come la parmigiana di melanzane, la pizza napoletana e pasta e fagioli.  Di seguito, invece, ti elenco alcuni dei piatti tipici, nati proprio sulla costiera sorrentina:

SanValentino - Wonderbox

Cosa comprare a Sorrento

La zona ideale per lo shopping è senza dubbio il centro storico: un alternarsi di negozi e botteghe, che propongono ogni tipo di souvenir, articoli d’artigianato come ceramiche, sandali, spezie, aromi o prodotti locali come liquori, dolciumi e prelibatezze gastronomiche.

Sandali e pellame

Sandali Sorrento

Una delle produzione tipiche di Sorrento è quella dei sandali in cuoio, in alcuni casi realizzati davanti agli occhi del clienti in pochi minuti.

Si tratta di una tradizione e di una produzione diffusa in tutta la Costiera Sorrentina e Costiera Amalfitana, primo fra tutti Positano.

A Sorrento, soprattutto nella zona di via San Cesareo e sul Corso Italia, ci sono tante botteghe artigianali che espongono il loro vasto campionario di prodotti rigorosamente handmade. Molti di questi negozi sono nomi storici dell’artigianato sorrentino, come Balduccelli, Siniscalchi, Corcione.

Accanto ai prodotti di elevata qualità e dal prezzo altrettanto alto, però, rischi di trovare anche sandali di minor valore: sono sicuramente meno costosi ma probabilmente di Made in Sorrento hanno solo la scritta. 

Come dice un proverbio napoletano: “Tant spienn tant appienn” 😀

Oggetti in intarsio

Sottobicchieri Intarsio sorrentino

A casa mia ormai ho oggetti d’intarsio di ogni tipo: quadri, cornici, carillon, sottobicchieri (come nell’immagine), fatti di solo legno, lavorati con l’antica tecnica dell’intarsia.

Ogni sorrentino che si rispetti, ne ha almeno una dozzina di questi preziosi oggetti. Un po’ come i veneziani con i (veri) oggetti di Murano. Tutti ne hanno almeno uno.

E purtroppo, devo dire che ormai, di maestri artigiani ne sono rimasti in pochi. 

Le loro tipiche botteghe danno uno stile unico alla città, tappezzando l’esterno del negozio di disegni e colori. Tutto ciò rende le passeggiate lungo le stradine del centro molto vivaci e caratteristiche. 

Quindi è un souvenir d’obbligo quando si viene a Sorrento!

Liquori e bon bon

Bottiglie di Limoncello-Sorrento

Se la valigia te lo permette, fai una scorta di limoncello, finocchietto, nocino…tutti liquori e digestivi di Sorrento. Dal sapore unico e inimitabile, ricavati da limoni igp, noci e finocchietto 100% sorrentini.

Se, invece, hai la sola valigia a mano, le caramelle e cioccolatini possono essere facilmente portati a casa tua e  appagare la tua voglia di dolce. Fatti anch’essi con limoncello, ma non solo!

Li troverai al pistacchio, nocciola, mandorla…le prenderai tutti!

Musement

Come muoversi a Sorrento

Bus

L’azienda SITA collega tutta la costiera sia quella sorrentina che amalfitana. A Sorrento gli autobus partono dalla stazione della circumvesuviana.

Treno

La Circumvesuviana collega tutto il litorale partenopeo da Napoli (Stazione Porta Nolana) a Sorrento, passando per i prinicipali siti archeologici come Pompei e Ercolano.

ATTENZIONE. Purtroppo una piccola avvertenza la devo fare: ci sono casi di furti sui treni, quindi fate attenzione durante il tragitto.

Via mare

Dal porto di Sorrento partono i traghetti per le isole di Capri, Ischia, Napoli e per la costiera amalfitana. Hai la possibilità di prenotare i biglietti direttamente sul mio sito.

Auto

Le strade in costiera e soprattutto a Sorrento sono piccole e con vicoli stretti. Quindi nei periodi di alta stagione si formano code di traffico in tutta la città.I parcheggi sono disponibili in centro città, ad un costo medio di 2,00 € all’ora.

Scooter

Il mezzo di trasporto ideale per spostarsi in tutta la penisola è sicuramente lo scooter. Mezzo preferito dagli abitanti, gli stalli disponibili in strada sono gratuiti. Ci sono diversi negozi di noleggio scooter in città ad un costo medio di 30 € al giorno.

Come arrivare a Sorrento

Aereo

La maggior parte dei visitatori arrivano allAeroporto di Napoli Capodichino. Da Napoli proseguire con auto, treno, bus o traghetto.

Auto

Dall’Aeroporto di Capodichino prendi l’autostrada per la Salerno Reggio/Calabria uscita Castellammare di Stabia. 

Tutte le indicazioni di come arrivare in Costiera sono scritte nell’articolo dedicato.

Se se in coppia o in gruppo e vuoi avere la tranquilllità del tragitto fino al tuo alloggio, puoi prenotare un transfer dall’Aeroporto alla Costiera. Per info scrivimi un email e ti prenoto il tuo transfer!

Via Mare

Dal porto di Napoli (Molo Beverello) partono i traghetti per Sorrento e le isole. Hai la possibilità di prenotare i biglietti direttamente sul mio sito.

Treno / Bus

La Circumvesuviana collega Napoli (Stazione Garibaldi) con i diversi comuni della costiera sorrentina, Sorrento è l’ultima fermata.

Dalla stazione dei bus fuori l’aeroporto di Napoli, c’é il bus Curreri che ti porta direttamente a Sorrento al costo di 10€.

Conclusioni

Sorrento ha uno dei litorali più suggestivi al mondo e per questo motivo è una delle mete più frequentate dal turismo internazionale.

Se decidi di venire a Sorrento (beh, dopo quello che ti ho raccontato, non ho dubbi 😉 ) , è perché senti il bisogno di immergerti in un’atmosfera di altri tempi, lasciarti accarezzare dai raggi del sole, rimanere seduto sulla spiaggia ad ascoltare il rumore dell’acqua che si infrange sugli scogli della costiera.

La città di Sorrento ti aspetta!

Scarica la tua guida gratuita di Sorrento!

Sorrento: organizza il tuo viaggio

Hotel

Prenota il tuo hotel >

Prenota il tuo B&B >

Prenota il tuo appartamento >

Transporto

Affitta la tua macchina >

Prenota il tuo biglietto del traghetto >

Prenota il tuo volo >

Prenota il tuo bus >

Tour e Attività

Prenota la tua attività e tour >

Ti creo il tuo itinerario di viaggio!

Se non vuoi perderti niente del tuo soggiorno in Costiera Amalfitana e Sorrentina, mettiti in contatto con me per aver il tuo itinerario su misura!

Non dimenticarti di taggare @mylemonland nelle tue foto, le ripostero’ sui miei profili social! 


Condividilo!
0 commento
0

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookie. Accetta Read More

Translate »
error: Content is protected !!